• claralonghi

I colori non sono tutti uguali


Dall'Italia alla Cina, i colori non sempre sono portatori di valori identici nelle due culture.

Bianco:

In Cina, il bianco è il colore dei tabù. Indica ciò che è inanimato e senza vita, morto una minaccia. Nell’antica Cina, per un defunto, famigliari e amici indossavano il bianco. Il bianco è stato influenzato anche da correnti ideologiche perciò può anche rappresentare la corruzione. Il bianco, inoltre può indicare la sconfitta, la futilità, la stupidaggine. I cinesi per dire stupido dicono ad esempio baichi 白痴, oppure quando delle persone ci provano con tutte le proprie forza ma falliscono vengono chiamate 白费劲 o 百忙.

Rosso:

In Cina, il rosso è il colore porta fortuna del successo e della celebrità. Questo colore viene utilizzato per i matrimoni e durante le festività, ai bambini appena nati vengono dati i nomi durante cerimonie a tema di uova rosse. Durante il famoso capodanno cinese, la casa viene addobbata di rosso. I bambini invece ricevono dai membri più anziani della famiglia delle buste rosse con del denaro. Nella lingua cinese contemporanea di parla di hongli 红利 (bonus o dividendo) hongyan 红颜 (donna giovane e bella), nel caso di hongqi 红旗 (la bandiera comunista), hongjun 红军 (l’esercito comunista) invece serve per indicare questioni politiche, progresso e rivoluzione.

Giallo:

Il giallo è storicamente i colore associato agli imperatori e alla corte. Il giallo anche il colore del centro, della terra e della campagna, dà energia e calore alle persone.

Il giallo è un colore rispettato nel buddismo poiché ciò che è giallo non è toccato da preoccupazioni terrene.

Il giallo rappresenta anche il colore della pornografia perciò i “film gialli” non sono ciò che intendiamo noi in italiano.

Nero:

In cinese il colore nero ha più o meno le stesse associazioni che ci sono da noi, rappresenta il colore della sfortuna e di ciò che è illegale: heibang 黑帮 gruppi illegali, heidian 黑点 negozi dove le persone vende merce illegale, heiqian 黑钱 denaro riciclato.

Blue:

Il blu in Cina ha un significato meno simbolico, può rappresentare la serietà; invece nell’antichità c’era un detto lanqiao 蓝桥 che era il luogo dove si incontra l’amore.

Verde:

Nella cultura tradizionale cinese la foresta protegge gli animali, perciò tutto ciò che è verde indica persone che proteggono i cittadini, i poveri e i più deboli.

In passato il verde era anche il colore dei vestiti indossati dalle prostitute, infatti si dice che le mogli di mariti infedeli portino un cappello verde. Regola d’oro per i rapporti con i cinedi: mai regalare un cappello verde.

Il colore cinese più intraducibile di altri, la sua tonalità può variare dal verde passando per il blu fino al grigio. E' il classico colore utilizzato per descrivere le porcellane.

In parte riferimenti tratti dal libro: Gao, J. (2011) Language, Culture and Translating: with special reference to English and Chinese. Saarbrucken: LAP Lambert Academic Publishing

#colori #traduzione #cina

1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti